Lussazione Acromion Claveare

Follow me!
Facebook Google Plus Instagram

La lussazione acromion claveare è un infortunio molto comune nell’ambito sportivo, questo a causa dell’alta frequenza di traumi da impatto come: cadute, contrasti o spinte. Rappresenta il 9% dei traumatismi di spalla.

L’articolazione Acromion Claveare, che unisce scapola e clavicola,  è una delle 5 articolazioni del complesso spalla ed assume un ruolo molto importante per la trasmissione delle forze, per la stabilità del braccio e per la sua mobilità. In poche parole è un tassello chiave per il perfetto meccanismo di movimento della spalla.

Il trauma che più spesso caratterizza questo infortunio è una caduta diretta sulla spalla o sul braccio, come ad esempio nello sci o nel rugby.
A seguito della caduta, le strutture che avvolgono l’articolazione ovvero i legamenti acromion claveari e i legamenti coraco claveari: conoide e trazepoide, possono andar incontro ad un danno. Maggiore è l’impatto, maggiore sarà il coinvolgimento delle strutture legamentose. Questo può variare, dalla semplice distrazione alla vera e propria rottura con perdita del rapporto articolare dell’articolazione.

I sintomi che caratterizzano la lussazione acromion claveare, sono variabili da caso a caso, ma più spesso si presentano come:
– Dolore localizzato e al movimento del braccio sopra la testa;
– Gonfiore nella zona spalla;
– Sensazione di instabilità ai movimenti della spalla;
– Dolore alla palpazione della zona lesionata.  

La diagnosi della problematica è clinica e supportata da esami strumentali diagnostici.

Fondamentale è la storia del paziente, la sua sintomatologia e il meccanismo traumatico, che possono includere o escludere la problematica, ma risulterà comunque opportuno fare un accertamento radiografico per valutare meglio i rapporti articolari.

Il fisioterapista o il medico, eseguiranno una serie di test specifici per valutare la spalla ed il coinvolgimento dell’articolazione acromion claveare. Un segno classico riscontrabile nelle situazioni di lussazione acromion claveare è il segno del ‘’ tasto del pianoforte’’ ovvero la risalita della clavicola, causata dalla rottura delle strutture che la tengano in sede.

Cosa si fa in caso di lussazione acromion claveare ?? 

Ovviamente la risposta è: DIPENDE.. in quanto la scelta può variare da caso a caso. Le strade possibili come sempre sono 2:
la via conservativa (fisioterapia, farmaci ecc. ) oppure la via chirurgica.

Le indicazioni alla chirurgia, che devono essere valutate dall’ortopedico, sono presenti solo nel caso di lussazioni di grado elevato e di marcata instabilità della clavicola, soprattutto in presenza di lesione legamentosa completa.

Nei casi più lievi invece, il percorso conservativo sembra quello più indicato!

In primis viene posizionato un tutore per immobilizzare la zona, per circa 7 – 14 gg. Successivamente il fisioterapista specializzato avvierà un programma di recupero, mirato:
– recupero articolarità della spalla tramite tecniche di terapia manuale
– recupero neuromuscolare di forza, controllo motorio e propriocezione, attraverso esercizio terapeutico;
– infine il recupero della funzione e del gesto specifico.

I tempi di recupero possono variare in base alla gravità del trauma ed in base al paziente, ma all’incirca si aggirano tra le 3 e le 8 settimane.

In caso di intervento chirurgico invece, il programma di recupero post operatorio sarà sempre seguito dal fisioterapista, ma sarà necessario aspettare più a lungo a causa di una maggior immobilizzazione con tutore. I tempi di recupero e di ritorno allo sport in questo caso si aggirano intorno ai 4/6 mesi.

Per ulteriori informazioni o per prenotare la tua prima visita Fisioterapica,
chiama il + 39 
351/6381110 oppure clicca qui!

Ti aspetto in studio a Belluno !

19 Gennaio 2022
Luca Gallina Fisioterapista IT Via Tomea 9 32100 Belluno (BL) +393475576575 info@lucagallinafisioterapista.it